Documenti di bordo

NATANTI

  • Dichiarazione di conformità per ciascun motore fuoribordo (sostituisce il certificato d’uso del motore che resta comunque valido ove già esistente).
  • Assicurazione obbligatoria Responsabilità Civile.
  • Licenza di esercizio RTF (per le unità dotate di apparecchio VHF portatile e comunque per le navigazioni a distanza di oltre sei miglia dalla costa).
  • Dichiarazione di assunzione di responsabilità se il VHF è utilizzato per la sola sicurezza in mare.
  • Patente nautica valida (ove necessaria).
  • Certificato limitato RTF (per le unità dotate di apparecchio VHF).
  • Ricevuta comprovante il pagamento del canone per apparecchi radiotelevisivi a bordo (solo per le unità impegnate in attività commerciali).
  • Documento di identità valido dei passeggeri.

IMBARCAZIONI

  • Licenza di navigazione.
  • Dichiarazione di conformità per ciascun motore fuoribordo (sostituisce il certificato d'uso del motore che resta comunque valido ove già esistente).
  • Assicurazione obbligatoria Responsabilità Civile.
  • Certificato di sicurezza in corso di validità.
  • Licenza di esercizio RTF (per le unità dotate di apparecchio VHF e comunque per le navigazioni a distanza di oltre sei miglia dalla costa).
  • Copia del contratto con la concessionaria se il VHF à utilizzato per corrispondenza pubblica o Dichiarazione di assunzione di responsabilità se il VHF x utilizzato per la sola sicurezza in mare.
  • Patente nautica valida (ove necessaria).
  • Certificato limitato RTF (per le unità dotate di apparecchio VHF).
  • Ricevuta comprovante il pagamento del canone per apparecchi radiotelevisivi a bordo (solo per le unità impegnate in attività commerciali).
  • Documento di identità valido dei passeggeri.

Copie fotostatiche (FOTOCOPIE)

Ai sensi dell'art. 9 ultimo comma della legge 50/71: "Sia la licenza che gli altri documenti prescritti [...] debbono essere tenuti a bordo in originale. Tuttavia, nelle navigazioni tra porti nazionali, può essere tenuta a bordo copia fotostatica dei documenti stessi autenticata [...], fermo restando l'obbligo di presentare successivamente l'originale alla competente Autorità Marittima o della motorizzazione civile che ne faccia richiesta entro il termine da queste stabilito".

Per semplificare, ai sensi dell'art. 18 del D.P.R. 28/12/2000 n. 445: "Le copie autentiche, totali o parziali di atti e documenti possono essere ottenute con qualsiasi procedimento che dia garanzia della riproduzione fedele e duratura dell'atto o documento. Esse possono essere validamente prodotte in luogo degli originali. L'autenticazione delle copie può essere fatta dal pubblico ufficiale dal quale è stato emesso o presso il quale è depositato l'originale, o al quale deve essere prodotto il documento, nonchè da un notaio, cancelliere, segretario comunale, o altro funzionario incaricato dal Sindaco".

Le autenticazioni vanno fatte su carta libera senza apposizione di marche da bollo. Le fotocopie dei documenti prive di autenticazione effettuata da parte di uno dei soggetti sopra citati non hanno nessun valore.

Navigazione natanti italiani in acque francesi - Documentazione necessaria

A seguito della riunione svoltasi presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti in data 5.11.2004 tra la Direzione Generale per Navigazione e il Trasporto Marittimo ed interno, il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e l’Addetto doganale dell’Ambasciata francese, si è giunti alla risoluzione definitiva della problematica inerente alla navigazione dei natanti da diporto italiani in acque territoriali francesi.

In forza di tale accordo la Direzione Generale delle Dogane e delle Imposte Indirette di Francia ha confermato che i proprietari italiani di natanti da diporto per recarsi in acque territoriali francesi devono avere a bordo, a disposizione delle Autorità di controllo, i seguenti documenti:

  • polizza assicurativa per la responsabilità civile contenente, tra l’altro, il nome del proprietario dell’unità navale;
  • fattura di vendita del natante, se disponibile;

qualora il natante fosse utilizzato da soggetto diverso dal proprietario ovvero se la polizza assicurativa fosse intestata ad altri, è sufficiente un’attestazione del proprietario dell’unità da diporto o del titolare dell’assicurazione rilasciata alla persona che utilizza il natante.